Reclami

Il reclamo dovrà necessariamente essere effettuato per iscritto mediante lettera raccomandata con avviso di ritorno o tramite PEC che contenga almeno i seguenti riferimenti:

Elementi da riportare nel reclamo

  1. nominativo/denominazione del Cliente
  2. recapiti del Cliente
  3. data del contratto di mediazione
  4. riferimenti delle persone incaricate del Mediatore Creditizio con le quali si è entrati in contatto
  5. motivazione del reclamo
  6. richiesta nei confronti del Mediatore Creditizio

Elementi da riportare nel reclamo Indirizzo a cui inviare il reclamo tramite lettera a/r oppure PEC

Raccomandata A.R. :

BM CONSULTING SRL Direzione Reclami
PIAZZALE LOMBARDIA 8 – 28100 NOVARA (NO)

PEC: bmconsulting@pcert.it

 

Il reclamo verrà trattato entro 30 giorni dal ricevimento.

Se non soddisfatto dell’esito del reclamo o se non ha avuto risposta entro I 30 giorni, il cliente può presentare ricorso all’Arbitrio Bancario Finanziario (ABF).

Per sapere come rivolgersi all’Arbitrio, si può consultare il sito www.arbitrobancariofinanziario.it o chiedere presso le Filiali della Banca d'Italia, opppure chidere all’intermediario del Credito.

La presentazione di un reclamo è un prerequisito per presentare ricorso all'Arbitro Bancario Finanziario.

Tentativo di conciliazione: Il consumatore e Bm Consulting prima di ricorrere all?Autorità Giudiziaria possono tentare, o tentano se ciò è obbligatorio in base alla vigente normativa, la conciliazione davanti al Conciliatore  Bancario  Finanziario,  organismo  diffuso  sul  territorio  nazionale  ed  in  possesso di esperienza in materia bancaria. Per maggiori informazioni  sulle modalità di attivazione del Conciliatore Bancario  Finanziario  consulta il    sito www.conciliatorebancario.it.

 

Il consumatore e Bm Consulting Srl possono, anche successivamente alla conclusione del contratto, concordare per iscritto di rivolgersi ad altro soggetto purchè resgistrato nell’apposito albo tenuto dal Ministero della Giustizia.